Home > RUBRICHE > Uno sguardo sul mondo > In che parte del mondo sta la Turchia?

Medio Oriente

In che parte del mondo sta la Turchia?

Il golpe o il contro-golpe turco ci riguarda molto da vicino. La ciliegina sulla torta avvelenata della folle politica USA verso i paesi arabi.

venerdì 22 luglio 2016, di J. Pierluigi Renzi


Il prezzo del petrolio è crollato, con fasi altalenanti e in pochi anni, da 147 (2008) a 100 (2011) e ora a 40 $ circa. Per i paesi del Golfo questo andamento segnala con tutta probabilità l’inizio di una fase lunga di declino, una crisi definitiva. Il prezzo non salirà più perché tendenzialmente faremo un uso sempre decrescente del petrolio e quei paesi non producono altro. Quale paese potrebbe reggere una riduzione produttiva che supera il 60 per cento?
Anche la Turchia è in crisi, ma finanziaria, tale da non poter configurare un ingresso trionfale nell’area europea. C’è da scommettere che la leadership turca abbia seguito con interesse come la Germania ha trattato la Grecia.

Altro che Unione Europea. Erdogan vede questa e quella crisi e sogna una Turchia islamizzata e leader del M.O. Come?
In casa esclude Gülen per accreditarsi come leader dell’islamizzazione già da tempo iniziata, mentre desertifica i vertici laici militari con il controgolpe. Nell’area intorno i vertici politici dei paesi arabi centrali sono già stati eliminati o indeboliti dalla folla politica USA. Ad ogni buon conto Erdogan sostiene Daesh per indebolire quel che resta degli apparati di governo arabi. A mio parere questo progetto somiglia da vicino ad un incubo.

E se tutto nasce dalla follia americana, sicuramente è mancata l’UE. Un gigante economico non può non fare politica. È come l’elefante che si aggira nella sala dei cristalli. L’Europa, l’economia europea, ha fatto grande la Turchia moderna attraverso intensi scambi e delocalizzazione industriale; ma sembra non essere in grado di offrire una equivalente sponda politica.

L’unica cosa che possiamo fare noi è innescare una rapida accelerazione del processo unitario europeo. Anche parziale (l’Europa a sei) come dice la presidente Laura Boldrini [1]. Dovremmo scendere in piazza per questo. Ma siamo messi tra Renzi e Grillo, e potrebbe anche risorgere Berlusconi. Ce la possiamo fare a moderare Erdogan?

Note

[1(v. agenzia ANSA)

2007-2017 Rione Ventesimo, rivista di Roma Testaccio
SPIP | Chi siamo | scrivi a Rioneventesimo | Facebook | | Mappa del sito | Monitorare l’attività del sito RSS 2.0