Home > Rione Ventesimo in rete > Un bel parcheggio non si nega a nessuno

La cosa pubblica

Un bel parcheggio non si nega a nessuno

Una interrogazione del consigliere di SI Adriano Labbucci sul parcheggio di Piazza Emporio

venerdì 17 marzo 2017, di Adriano Labbucci

Per capirne di più vedi anche Verità su Piazza dell’Emporio a Testaccio, una puntuale descrizione di tutta la vicenda sul blog di Mauro Cioffari


Se volete entrare negli abissi di vicende di straordinaria follia politico-amministrativa vi invito a leggere l’interrogazione che ho illustrato stamattina in consiglio municipale Roma I Centro. L’assessore ai lavori pubblici, che non era al corrente della situazione, mi ha risposto che si attiverà immediatamente per rientrare in possesso dell’area, da quarant’anni recintata e usata per interessi privati, e per recuperare i pagamenti dell’occupazione di suolo pubblico, visto che da oltre due anni è chiara la proprietà pubblica ma ancora non è successo nulla. Siamo in presenza di un’illuminante e tragico esempio di omissioni, negligenze, confusioni e mi fermo qui, peraltro in pieno centro storico.

INTERROGAZIONE URGENTE “Area recintata su Piazza dell’Emporio”

Premesso che in data 4/11/2014 il direttore del dipartimento patrimonio di Roma Capitale scriveva che l’area recintata a parcheggio di piazza dell’Emporio, erroneamente considerata bene della Santa Sede, risulta invece dalla documentazione depositata in archivio e dalla ricerca storica bene demaniale di proprietà di Roma Capitale;
che quest’area da oltre quarant’anni recintata è adibita per una parte a parcheggio di servizio per un ristorante, per l’altra parte è attualmente interdetta per lavori di ristrutturazione edilizia dei locali prospicienti situati ai civici 22/30, nei quali a breve verrà aperto un altro ristorante;
che sempre il direttore del dipartimento patrimonio con nota del 13/10/2015 in merito ai lavori di ristrutturazione edilizia iniziati il 23/9/2015 chiedeva all’ufficio tecnico del I municipio di “ verificare l’avvenuto rilascio dell’autorizzazione di occupazione temporanea di suolo pubblico per attività edilizie”
che in data 17/3/2016 lo stesso ha invitato diversi uffici, tra cui lo sportello attività produttive del I municipio, “ a procedere alla messa a reddito dell’area in oggetto, a tutela degli interessi dell’amministrazione capitolina sollecitando l’attivazione della polizia locale di Roma Capitale”
RILEVATO
Che il direttore dell’ufficio tecnico del I municipio, in data 24/3/2016 e successivamente in data 12/10/2016, inoltrava richiesta al comando della polizia locale di “procedere con urgenza a sanzionare gli occupanti e alla riacquisizione dell’area in possesso”;
che in data 17/11/2016 il comandante della polizia locale gruppo Trevi prendeva atto delle richieste del direttore del dipartimento patrimonio e del direttore dell’ufficio tecnico del I municipio “ restando a disposizione per ogni esigenza operativa relativa alla riacquisizione dell’area in uso per circa quarant’anni a soggetti esterni all’amministrazione, ovviamente, con l’attivazione di una necessaria diffida al rilascio del bene e successiva procedura esecutiva, probabilmente da concordare tra gli organismi in indirizzo”

Considerato che il tema dell’utilizzo degli spazi pubblici nel centro storico di Roma è fondamentale per la vivibilità dei luoghi e per contrastare illegalità e abusivismo;
che a fronte di una situazione di grave indebitamento che rischia di tagliare servizi essenziali per i cittadini è necessario mettere in atto rigorose politiche di entrata mettendo al bando privilegi e colpendo l’evasione;

Interroga la Presidente del I Municipio e l’Assessore competente per conoscere:
i motivi per i quali, a distanza di quasi un anno e mezzo , pur in presenza di indicazioni e richieste chiare la Polizia Locale e il Municipio non siano riusciti a contestare l’occupazione abusiva, ad elevare le relative contravvenzioni e a rientrare in possesso dell’area;
quali atti e iniziative urgenti si intendono intraprendere per sanzionare gli occupanti abusivi e per far ritornare l’area nella piena disponibilità del I municipio;
quali atti e iniziative urgenti si intendono intraprendere per addivenire alla riscossione del pagamento dell’occupazioni di suolo pubblico;
quali sono le intenzioni del Municipio riguardo l’utilizzo di quest’area a favore del rione.

2007-2017 Rione Ventesimo, rivista di Roma Testaccio
SPIP | Chi siamo | scrivi a Rioneventesimo | Facebook | | Mappa del sito | Monitorare l’attività del sito RSS 2.0