Home > Diari di Rioneventesimo > Tempi moderni > Uno vale uno

Uno vale uno

venerdì 7 dicembre 2012, di Luno


Se vuoi essere un candidato del Movimento Cinque Stelle presenti il tuo curriculum sul web, eventualmente ti telefonano per un provino, ti metti in fila insieme ad altri potenziali candidati, spari alcune cazzate di prova, qualcuno ti dice che vai bene o vai male. Se vai male ti levi dalle palle se vai bene puoi essere candidato ed eventualmente eletto e quindi entrare nella casa delle istituzioni, dove ogni tuo gesto e discorso verrà tenuto sotto stretta osservazione da un comitato invisibile che potrà, se sbagli, se violi le regole, infliggerti delle penitenze o espellerti senza discussione. I proventi derivanti da questo spettacolo vanno ovviamente al comitato invisibile che detiene il copyright. E’ cosi o mi sbaglio? Perché se è così allora credo di capire perché tanti italiani sperano in questi pagliacci.

2007-2020 Rione Ventesimo, rivista di Roma Testaccio
SPIP | Chi siamo | scrivi a Rioneventesimo | Facebook | | Mappa del sito | Monitorare l’attività del sito RSS 2.0