Home > Diari di Rioneventesimo > Tempi moderni

Tempi moderni

Ultimo aggiornamento : 9 ottobre.

Il blog di L’uno. L’uno è un nome che vuol dire un mucchio di cose, che non sto ora qui a dirvi.


  • Parking

    22 novembre 2012

    In questo parcheggio enorme del centro commerciale avverto il ticchettare affrettato di passi femminili che mi seguono. Mi volto: è una specie di bull-dog coi tacchi, bulbi oculari roteanti, bocca a fessura che si contrae a intervalli in smorfie di disgusto. Affretto il passo. Lei pure. Non ci posso credere: la sua Panda verde bottiglia è parcheggiata a mezzo metro dalla mia macchina, in testa coda, in modo cioè che i due sportelli del guidatore rimangano a poca distanza. Entro nel cunicolo e lei pure. Apro lo sportello e lei pure. Non c’è spazio per entrare in macchina, siamo bloccati. Nessuno parla, ci fissiamo con odio selvaggio. Nelle sue pupille roteanti di cagna impunita si riflettono le fottute lucine dei fottuti addobbi. Valuto se spezzarle il collo con lo sportello della Panda, ma ci sono troppi testimoni. Nei suoi occhi posso vedere il film che si sta facendo in testa: lei che urla selvaggiamente accusandomi di tentati crimini sessuali, la sicurezza che accorre, io a terra sanguinante, la folla ululante, il linciaggio. Lei intuisce in me l’animale uomo senza briglia, vorrebbe la mia umiliazione, la mia morte. Mi contraggo, scivolo in macchina e riesco a partire. Nello specchietto la vedo, con i suoi pacchi ai piedi, davanti allo sportello aperto della panda verde, che mi fissa con odio inestinguibile.

  • I Mercati

    10 ottobre 2012

    Per strada:
    A) … a Lucià allora? Ma se po’ sapé che cazzo stai a fa? Vai in bici… ahah t’ho visto… la maglietta gialla!… poraccio! Ho pensato: mo’ lo metto sotto… pe’ datte una lezione, hai capito?… ché non è che col giallo risolvi… non risolvi un cazzo col giallo!… ché se voglio te metto sotto lo stesso, hai capito? Ché se me gira io t’acciacco lo stesso… che me frega… potresti avé accusato un malore… li vedi i titoli? : “anziano perde il controllo della bicicletta”… ahahah!

    B) E che cazzo!..

    A) … me so comprato anche un Suv bianco, se voi ce scrivo Moby Dick e te pisto co quello … ma che stai a fa? Vendi tutto: capitale liquido sulle mani e espatrio immediato… i soldi te li porto fori io non te devi preoccupà de gente. Ma come fai? Vabbé sti idioti pezzenti… ma tu! Uno come te, che sa come gira! …questi devono morì, so merde… ancora co Berlusconi, co Renzi, co Monti, co D’Alema ahahah, co Vendola… e l’infanzia di Gesù e il liberismo e il matrimonio tra froci ahahah e poi vanno a votà sti scemi … chissà che pensano de fa?… vanno a votà pe quelli che se li so già venduti alla Ndrangheta… non te mischià co sta gente Lucià… usciamo in mare aperto, capitale liquido, lingotti, poi se vede… ci stanno le cose da fa… giri, transazioni… te metti a posto co un 2%, io lo so, io ci sto in mezzo… guarda come marcio…

    B) Mah!

    A)… rimani e dai rimani… continuate a parlarne… come i preti… e la vita eterna, e il paradiso e se no Satana te se ’ncula e loro intanto se ’nculano tu moglie e tu figlio…
    “dacci la luce” hai visto come stanno? … te la do io la luce… col lanciafiamme ’n faccia… va bene o ce voi vedé ancora meglio?

    B) Vabbé me stai a di che le teorie economiche e le teorie sulla transustanziazione so la stessa cosa mo’… ?!

    A)… ahahah ma come stai? … transustanziazione certo: lo dice la parola stessa… le sostanze tue diventano mie, economia e teologia è lo stesso… la gente non lo capisce, la gente non capisce un cazzo: va a messa va all’ikea va a votà è tutto uguale, parlano delle merde come loro che vedono in televisione… se ne devono annà affanculo…

0 | 20 | 40

2007-2020 Rione Ventesimo, rivista di Roma Testaccio
SPIP | Chi siamo | scrivi a Rioneventesimo | Facebook | | Mappa del sito | Monitorare l’attività del sito RSS 2.0