Home > Rione Ventesimo in rete > Roma > Gare truccate a Trambus

aziende romane

Gare truccate a Trambus

Coinvolto anche un Assessore del I Municipio

lunedì 7 marzo 2011, di Gabriella Casalini


Gli ex vertici di Trambus truccarono le regole dei bandi in modo da favorire alcune aziende ed escluderne altre. Così la Corte dei Conti li ha condannati al pagamento di oltre un milione di euro. I fatti risalgono al 2005 e l’azione della Corte dei Conti è stata avviata dopo una condanna esecutiva da parte dell’Antitrust che aveva riscontrato nell’operato di Tranbus intese lesive della concorrenza per ottenere l’aggiudicazione di alcune gare.
Siamo di fronte all’ennesimo caso di cattiva amministrazione, di atti disonesti lesivi dell’interesse pubblico e la cosa più grave è che non ci si scandalizza più. Così assistiamo con rassegnazione alle assunzioni clientelari in ATAC, in ACEA, all’AMA oppure ai casi di affittopoli di Roma e Milano.
Ma tornando a Trambus, tra gli ex amministratori condannati compare anche Salvatore Alfano, attuale assessore alla Mobilità del I Municipio. Una persona condannata per atti illeciti è opportuno che ricopra una carica pubblica? Se non ha la decenza di dimettersi, il Presidente del Municipio Orlando Corsetti e la sua giunta non dovrebbero chiedergli di farsi da parte?
Purtroppo nel nostro paese, grazie anche all’esempio che viene dal Presiente del Consiglio, in molti pensano che tutto è lecito e che quando hai potere ne puoi abusare per tuo uso e consumo.
Continuiamo a scandalizzarci e non restiamo indifferenti. L’indifferenza è abulia, è parassitismo, e vigliaccheria, non è vita. Così scriveva Antonio Gramsci.

2007-2020 Rione Ventesimo, rivista di Roma Testaccio
SPIP | Chi siamo | scrivi a Rioneventesimo | Facebook | | Mappa del sito | Monitorare l’attività del sito RSS 2.0