Home > Rione Ventesimo in rete > Roma > Insieme tutto è possibile

Elezioni amministrative 2013

Insieme tutto è possibile

La lettera di una testaccina su di una candidatura assai discutibile

giovedì 16 maggio 2013, di Redazione

Abbiamo ricevuto questa lettera (firmata) e la pubblichiamo come articolo di Rioneventesimo poichè avevamo già scritto dell’assessore Trombetti (Dove porta la pista ciclabile di Via Zabaglia?) e ci piacerebbe non doverne scrivere più, almeno in qualità di assessore del municipio.


"insieme tutto è possibile". Così recita un volantino, trovato sul parabrezza di una auto, da cui apprendo che il Partito Democratico candida, tra gli altri, Yuri Trombetti per il Consiglio del I° Municipio di Roma.
Ho dovuto rileggere il volantino sperando di non aver letto bene. Invece si trattava veramente di Trombetti e di un PD romano che evidentemente pensa che i cittadini abbiano memoria corta.
Yuri Trombetti ha avuto una funambolica carriera. E’ stato eletto nel 1997 consigliere municipale in quota DS del I° Municipio, ma nel marzo 2000, durante la consigliatura, compie un cosiddetto ribaltone passando al centrodestra con Forza Italia.
Allora sostenne di essere stato costretto a questo passaggio a causa di controversie con un suo compagno di partito come se questa infantile giustificazione potesse motivare una scelta così violenta e aggressiva nei confronti di chi, come me, lo aveva votato.
Successivamente deve aver preso gusto a cambiare aria: passerà a UDEUR e in quota di questo partito continuerà ad essere consigliere municipale sempre nel I° Municipio.
Nel 2008 tenta la sua candidatura, in forza UDC, quale Presidente del IX Municipio. Non riuscirà ad essere eletto ma viene miracolosamente ripescato e beneficiato da Corsetti, Presidente del I° Municipio, che con un atto del tutto incomprensibile lo coopta all’interno della sua giunta di Centrosinistra (da cui UDC era esclusa) quale Assessore ai Lavori pubblici.
Lo slogan Insieme tutto è possibile della locandina è perfetto, sta a indicare che tutto è possibile perché tutto è indifferente, indistinto, opaco e omologabile; non importa insieme a chi il tutto sia possibile perché non contano le storie, le biografie, i profili di chi ci dovrebbe governare anche solo a livello locale.
Non so quali siano state le considerazioni o i commerci di piccolo cabotaggio che hanno portano il PD romano a sostenere una tale sciagurata candidatura. Lo stesso segretario del Circolo PD di Testaccio, pur essendo stato, così ho saputo, uno dei più convinti sostenitori della candidatura Pd di Trombetti, non mi ha saputo fornire uno straccio di motivazione, alle mie proteste è rimasto afasico, elusivo ed imbarazzatissimo. La domanda che resta è come il PD possa pensare che i cittadini continuino a dargli fiducia.
Con dolore
Una testaccina

2007-2020 Rione Ventesimo, rivista di Roma Testaccio
SPIP | Chi siamo | scrivi a Rioneventesimo | Facebook | | Mappa del sito | Monitorare l’attività del sito RSS 2.0