Home > Rione Ventesimo in rete > Rione Testaccio > Vivibilità del Rione > Che fine ha fatto la ZTL di Testaccio?

Che fine ha fatto la ZTL di Testaccio?

Forse è stata solo un’illusione

sabato 14 giugno 2008


Il 19 maggio 2007 l’allora Assessore alla Mobilità e al Traffico, Mauro Calamante, aveva dato il via alla sperimentazione della ZTL a Testaccio, provvedimento da lungo tempo sollecitato dai residenti per contrastare, almeno in parte, il caos della vita notturna nel Rione. La sperimentazione è andata avanti fino al 20 ottobre 2007 per poi diventare un provvedimento definitivo sancito da un’apposita delibera comunale e si è protratto fino al luglio 2008. In assenza dei varchi elettronici, la ZTL è stata sempre attuata con il controllo della polizia municipale, che chiudeva l’accesso al Rione nelle notti del venerdí e del sabato, dalle ore 21 alle ore 3 del mattino. Prima dello scioglimento della giunta Veltroni, l’Assessore Calamante si è preoccupato di far stanziare i fondi necessari per l’installazione dei varchi elettronici. A quanto ci risulta, a tutt’oggi il bando relativo non è stato ancora pubblicato. Non solo, la ZTL a Testaccio non esiste piú. Nei fine settimana, vediamo poche pattuglie di polizia municipale, che parcheggiate in qualche incrocio non chiudono le vie di accesso al Rione e non si capisce quale ruolo svolgano.

Purtroppo dobbiamo constatare che i primi atti della giunta Alemanno sono stati tutti nel segno della tutela degli interessi dei commercianti e in totale dispregio di quelli dei residenti. Spostamento dell’orario di inizio della ZTL, dalle 21 alle 23, riduzione delle aree a tariffazione e ampliamento delle strisce bianche, possibilità per i non residenti di usufruire di tariffe agevolate per il parcheggio prolungato (4 euro per otto ore o abbonamento mensile di 70 euro per parcheggiare senza limiti di orario). Contestualmente a queste decisioni, prese consultando solo le associazioni di commercianti, il Sindaco Alemanno aveva promesso lotta senza quartiere contro l’inquinamento acustico, dovuto sia alle attività musicali dei locali di intrattenimento che agli schiamazzi dei loro avventori, nonché contro l’abusivismo commerciale, quasi a voler dare un contentino ai residenti pesantemente penalizzati dal nuovo orario della ZTL. Peccato che di questa lotta senza quartiere non abbiamo visto alcun segnale, anzi abbiamo scoperto, grazie alle informazioni che ci ha fornito la centrale operativa della polizia municipale che gestisce le chiamate notturne dei cittadini, che la notte in tutto il I Municipio, grande quanto la cittá di Firezne, vi siano solo due pattuglie per il pronto intervento durante l’inverno e una d’estate. Non solo, queste pattuglie per intervenire devono attenersi a un ordine di priorità che vede ai primi posti gli incidenti, l’occupazione abusiva di posti per disabili, o di passo carrabile e vede solo al quinto posto tutti gli altri problemi, quali il disturbo della quiete pubblica a causa di musica, schiamazzi e clacson, il controllo delle occupazioni di suolo pubblico, anch’esse veicolo di grave disturbo per i residenti, il rispetto dell’orario da parte dei locali, e cosí via.

Vorremmo fare un’ultima osservazione: lo spostamento dell’orario della ZTL dalle 21 alle 23 ne vanifica tutta l’efficacia, perché a quell’ora oramai il Rione è già soffocato da un afflusso enorme di auto che girano a vuoto nella vana ricerca di un parcheggio che non c’é.

La ZTL era stata per Testaccio una boccata di ossigeno che limitava almeno due giorni alla settimana l’invivibilità quotidiana del Rione. La sua scomparsa ha fatto ripiombare Testaccio nel caos e nel degrado, riproponendo cosí tutti i problemi legati alla vivibilità quali la sicurezza, l’inquinamento acustico e atmosferico, la sporcizia e l’abusivismo dei commercianti, dei parcheggiatori, dei venditori non autorizzati di bevande alcoliche attorno al Monte, e cosí via.

Testaccio, dopo un breve sogno, è ridiventata TERRA DI NESSUNO, anzi, TERRA DEI PREPOTENTI!

Gabriella Casalini e Evi Desideri
Laboratorio per Testaccio
Via Zabaglia, 24

<!—>

2007-2021 Rione Ventesimo, rivista di Roma Testaccio
SPIP | Chi siamo | scrivi a Rioneventesimo | Facebook | | Mappa del sito | Monitorare l’attività del sito RSS 2.0