Home > Rione Ventesimo in rete > Attualità > 5 ragazzi fermati al Trullo

Intolleranza e razzismo

5 ragazzi fermati al Trullo

Sempre più episodi mostrano come le campagne della Destra sulla sicurezza e immigrazione producono danni enormi nella società.

domenica 23 novembre 2008


Individuata nel quartiere del Trullo dai Carabinieri una banda accusata di aggressioni a sfondo razziale e composta da undici ragazzi, tra i 16 e i 21 anni.
Cinque di loro sono stati arrestati, tra cui due minorenni e alcuni con precedenti penali, denunciati gli altri. Per loro l’accusa è di lesioni, minacce e rapina con le aggravanti della discriminazione e dell’odio razziale.

Questa la prima, già grave notizia. Oggi (23 Novembre) una troupe del TG1 in trasferta al Trullo per documentare l’accaduto con interviste agli abitanti, e’ stata aggredita, con ripetute minacce di morte, e costretta ad abbandonare il quartiere sotto scorta della polizia. Fine della informazione sul campo.

Così se qualche anno fa potevamo pensare di essere un paese immune dal razzismo, ecco che ora cresce ovunque il numero di episodi legati all’intolleranza e all’odio razziali. Il commento degli esponenti della Destra al governo del Municipio sono di rinnovata richiesta di aumento del numero di caserme.

Ma proprio l’utilizzo della leva della paura per produrre consenso da parte della Destra (Berlusconi e Lega Nord in testa) continua a produrre ferite e danni nel tessuto sociale che non rimargineranno con facilità e tantomeno con una caserma in più.
Questo lugubre scenario, esso sì, spaventa per la sua potenzialità distruttiva della convivenza sociale e per la capacità di legittimare ogni autoritarismo in un paese in cui l’informazione libera è oramai disponibile ad una ristretta cerchia di privilegiati.

2007-2020 Rione Ventesimo, rivista di Roma Testaccio
SPIP | Chi siamo | scrivi a Rioneventesimo | Facebook | | Mappa del sito | Monitorare l’attività del sito RSS 2.0